Dal 16 maggio, sino al 15 ottobre, non possono essere utilizzati pneumatici invernali con indice di velocità inferiore a quello indicato nella carta di circolazione, ancorché pari a Q.

19.05.2015 09:12


Gli pneumatici invernali1 differiscono dal punto di vista costruttivo da quelli estivi per il battistrada, studiato per garantire una migliore aderenza in caso di neve o ghiaccio, in quanto caratterizzato da particolari lamelle, incavi più profondi e il disegno, oltre che per l'impiego di mescole ricche di silicio, in modo da garantire la massima aderenza anche alle basse temperature.

Relativamente alla marcatura, lo pneumatico invernale è riconoscibile per la sigla M+S, ovvero, in alternativa, M-S, M&S o MS, stampata nel fianco, a significare l'idoneità dello pneumatico alla marcia su neve o su fango (Mud and Snow). La presenza di tale marchio è sufficiente a consentire l'uso degli pneumatici2

come alternativi alle catene (salvo specifici divieti), ma si tratta di dispositivi "all season", cioè per tutte le stagioni. La presenza di un marchio convenzionale sugli pneumatici M+S, rappresentante il picco di una montagna con un fiocco di neve (snowflake)3 indica che quel pneumatico è particolarmente indicato per le basse temperature, ma dal punto di vista delle disposizioni vigenti è considerato al pari degli pneumatici M+S (M-S, M&S o MS) per tutte le stagioni.

Altra questione che è necessario conoscere riguarda l'indice di velocità degli pneumatici invernali che è possibile montare sul veicolo in relazione alla velocità massima del medesimo prevista in sede di omologazione.

L'indice di velocità è rappresentato da una lettera o una coppia di lettere poste sul fianco dello pneumatico, alle quali corrisponde la velocità massima tollerata dal dispositivo, secondo lo schema (esemplificativo) a lato.

Per gli pneumatici invernali (marcati cioè dal simbolo formato da un fiocco di neve inserito in una montagna a tre picchi), il simbolo della categoria di velocità dello pneumatico da neve deve corrispondere a una velocità o superiore alla velocità massima di progetto del veicolo o non inferiore a 160 km/h (o entrambe). Se però la velocità massima di progetto del veicolo è superiore alla velocità corrispondente al simbolo della categoria di velocità inferiore indicato dagli pneumatici da neve montati, all'interno del veicolo va esposta - in risalto, facilmente e immediatamente visibile al conducente - un'etichetta di avvertenza della velocità massima, che specifichi la velocità di cautela raggiungibile con gli pneumatici invernali montati.

Altri pneumatici ad aderenza migliorata sulla neve (marcati M + S, ma senza il simbolo del fiocco di neve inserito in una montagna a tre picchi) devono soddisfare i requisiti previsti per gli pneumatici ordinari.

UN/ECE n. 117 per tutte le categorie, se lo pneumatico è classificato nella categoria di impiego "da neve".

Indice  Km/h

M 130

N 140

P 150

Q 160

R 170

S 180

T 190

U 200

H 210

V 240

Z >240

Quindi, la velocità massima riportata sullo pneumatico invernale deve essere superiore a quella dichiarata dal costruttore; può essere inferiore a quella indicata nella carta di circolazione come velocità massima del veicolo in sede di omologazione, ma non può comunque essere inferiore a "Q" (160 km/h).

Pertanto, sui veicoli possono essere montati gli pneumatici delle misure indicate nella carta di circolazione, con l'indice di carico ivi indicato (o superiore) e nel rispetto dell'indice di velocità (o superiore); per il periodo invernale determinato dal Ministero dal 15 ottobre al 15 aprile è possibile però utilizzare pneumatici invernali con codice di velocità inferiore a quello indicato nel documento di circolazione e comunque non inferiore a Q; tale possibilità è stata estesa al di fuori del periodo invernale sino al 15 maggio per consentire il cambio degli pneumatici invernali. Oltre tale periodo non è vietato circolare con pneumatici invernali che, nel rispetto delle caratteristiche dimensionali e di carico indicate nel documento di circolazione, hanno un indice di velocità pari o superiore a quello indicato nella carta di circolazione; se invece l'indice di velocità è inferiore, al di fuori del periodo 15 ottobre- 15 aprile si applicano le sanzioni previste dall'articolo 78 del codice della strada, in quanto si tratta di dispositivi diversi da quelli indicati nel documento e al di fuori della deroga concessa nel solo periodo 15 ottobre-15 aprile (15 maggio in ulteriore deroga)4. (fonte: vigilaresullastrada.it)